Categorie

Creazione di contenuti: Un semplice processo in 11 passi che funziona

La creazione di contenuti non è niente di magico. Ci vuole solo un lavoro costante e un processo collaudato. Ecco il processo.

Praticamente tutta la creazione di contenuti passa attraverso una qualche forma del processo di creazione di contenuti in 11 fasi che delineerò (e spiegherò) qui sotto.

Altri articoli su altri siti possono esplorare alcuni aspetti di questi passi in modo più dettagliato, ma quando si arriva al dunque, questi 11 passi sono il processo che noi della SEO Intelligence Agency (SIA) e la maggior parte degli editori web professionisti attraversano.

Il processo di creazione di contenuti in 11 fasi: Una panoramica

  1. Se stai creando contenuti basati sulla ricerca di parole chiave, chiediti: qual è l'intento di ricerca di una persona che digita questa query di ricerca?
  2. Considerate il viaggio dell'acquirente. In quale parte del viaggio si trovano?
  3. Come puoi far combaciare ciò che hai da dire (non necessariamente il tuo prodotto, ma il tuo messaggio) con il luogo in cui si trovano?
  4. Quale formato di contenuto sarebbe meglio per il tuo visitatore, considerando l'argomento in questione?
  5. Delinea il tuo contenuto (che sia scritto, un video o un audio).
  6. Crea il tuo contenuto.
  7. Modifica il tuo contenuto.
  8. Correggi il tuo contenuto (o ascoltalo o guardalo).
  9. Pubblica il tuo contenuto.
  10. Valutate il vostro feedback. Affina il tuo processo.
  11. Ripetere.

Passo 1: Qual è l'intento di ricerca per la tua parola chiave?

Se stai creando contenuti basati sulla ricerca di parole chiave, chiediti: qual è l'intento di ricerca di una persona che digita questa query di ricerca?

Allo stesso modo, potresti anche pensare, dato il mio titolo, cosa cercherebbe una persona interessata a questo contenuto?

Chiunque inserisca una query di ricerca in un motore di ricerca, o clicchi su un titolo allettante, ha un certo tipo di intenzione.

Sì, questo è ovvio, ma il tuo obiettivo nel creare quel contenuto è quello di cercare di soddisfare l'intento di quella persona nel miglior modo possibile (o se stai creando un contenuto teaser, almeno indicargli la giusta direzione).

Passo 2: considerare il percorso dell'acquirente

SEO per Youtube Moomba

Potreste aver sentito parlare del Buyer's Journey o di qualche altro concetto simile. Fondamentalmente, la convinzione è che ogni singolo cliente esistente che avete, prima di diventare un cliente, è stato...

1. Prima non sanno di voi (o addirittura non sanno che hanno bisogno del vostro prodotto).

2. Poi, erano consapevoli di un problema, un desiderio o un bisogno.

3. Si sono poi imbattuti in possibili soluzioni.

4. Una di queste soluzioni potrebbe essere la vostra.

5. Dopo aver valutato le loro opzioni, hanno scelto di fare affari con te.

6. E ancora meglio, è un cliente felice che parla di te ad altri.

Questa è una versione breve del viaggio dell'acquirente.

C'è una ragione fondamentale per cui parlo del buyer's journey nel contesto della creazione di contenuti: devi sapere dove si trova attualmente il tuo potenziale cliente nel suo viaggio. Una volta che lo sai, con ogni pezzo di contenuto, dovresti cercare di spostarlo un passo più vicino a prendere una decisione.

Sapendo questo, hai una potenziale fonte di ispirazione per la tua prossima idea di contenuto.

Passo 3: Come puoi far combaciare ciò che hai da dire con il luogo in cui si trovano?

Questo passo viene da una prospettiva di branding. Quando si costruisce un marchio, si vuole condividere costantemente il messaggio del marchio.

SEO per Youtube

Si può fare fondamentalmente in 2 passi:

  • Soddisfa la promessa della tua headline (o il loro intento di ricerca).
  • Alla fine del tuo contenuto, lega ciò che dici al messaggio del tuo marchio.

Se la vostra visione, il messaggio del marchio e l'intento dietro ogni prodotto/servizio che offrite sono unificati, non avrete problemi a farli corrispondere ai bisogni del lettore (o dello spettatore o dell'ascoltatore).

Sto andando un po' oltre lo scopo di questo articolo, ma dirò solo questo: una visione, un messaggio. È proprio questo che unisce tutto.

Passo 4: Quale formato di contenuto sarebbe meglio per il tuo visitatore?

Questo può essere ovvio. Quali tipi di contenuto sarebbero i migliori? Video, contenuti scritti, audio, immagini (o una loro combinazione) sarebbero i migliori per questo argomento?

E un libro bianco? O un'infografica?

O (e so che qui sto andando un po' oltre) una prova gratuita (che potrebbe essere un contenuto gratuito che altrimenti è a pagamento)? O una chiamata di coaching gratuita? Che ne dici di una sessione gratuita nella tua clinica?

Ora, so che una sessione gratuita non è un contenuto di per sé, ma... e se il tuo potenziale cliente permettesse che la sessione sia registrata, in modo da poter fornire quel video (che è un contenuto) ad altri?

Se stai creando un how-to, puoi avere una combinazione di contenuto scritto, visivo e video. (Puoi caricare il tuo video su YouTube, Vimeo, o un'altra piattaforma video appropriata, e incorporarlo nel tuo post scritto sul tuo blog e anche condividerlo sui tuoi social media).

Passo 5: delineare il tuo contenuto

Stendi i tuoi punti principali e secondari, poi assicurati che siano in una struttura sequenziale. Se hai dei creatori di contenuti esperti nel tuo staff (o hai ingaggiato dei servizi esterni), dovrebbero avere una sorta di processo di outlining in atto.

In effetti, potrebbero volere che tu dia un'occhiata allo schema prima di creare effettivamente il contenuto.

SEO per Youtube

Passo 6: Creare il tuo contenuto

Scrivere, registrare o creare. Assicurati di avere tutto il necessario: la tua formazione, il tuo equipaggiamento, l'illuminazione, un buon microfono, una buona acustica, ecc.

SEO per i Moomba di Youtube

Passo 7: Modifica il tuo contenuto

A seconda del formato del tuo contenuto, di quanto professionale vuoi apparire e del tuo budget, potresti voler avere un processo di editing del contenuto. Questo è il momento in cui hai un editor di terze parti che guarda il tuo contenuto, o puoi gestirlo internamente.

Non dimenticare cose come la grammatica, il flusso e l'ortografia. Ci sono strumenti gratuiti online per questo.

Ma questo non è limitato ai contenuti scritti. Se hai mai creato audio professionale, sai che l'editing si applica anche lì. Anche se in un audio, gli errori grammaticali sono un po' più difficili da modificare, a seconda del tempo che si ha, possono essere corretti nelle bozze successive.

Passo 8: Correggere il contenuto

Questo passo potrebbe essere mescolato a quello precedente. La correzione di bozze, naturalmente, è solo quando si fa una lettura finale per assicurarsi che tutto sia a posto.

Passo 9: Pubblicare il tuo contenuto

Imposta quando vuoi pubblicare il contenuto e poi pubblicalo sul tuo blog, sito web, social media, ecc.

Passo 10: Raccogliete e valutate il vostro feedback

Naturalmente, questo passo non avviene subito. Infatti, questo è probabilmente il passo più iterativo dell'intero processo. Potresti voler pubblicare un certo numero di contenuti, su un certo numero di piattaforme, prima di avere abbastanza contenuti da valutare, per vedere quali contenuti ti stanno dando i migliori risultati.

Passo 11: Ripetere

Naturalmente, non ti fermerai solo con un post sul blog, un articolo o un video. Devi farne di più, secondo un programma. Questo è davvero semplice come la creazione di contenuti può essere: ricercare, creare, valutare, ripetere.

Passi aggiuntivi, consigli e considerazioni

Oltre agli 11 passi che ho fornito sopra, potresti trovare i seguenti suggerimenti utili per creare il tuo contenuto web.

Ricorda a te stesso la visione della tua azienda e il messaggio del tuo marchio

Ho più o meno alluso a questo sopra. Se avete una visione e un messaggio solidi, e ogni vostra offerta è una conseguenza di questo (inoltre, se avete fatto la ricerca per assicurarvi che ci sia una domanda per le vostre offerte), allora dovrebbe riecheggiare in ogni pezzo di contenuto di alta qualità che create.

Guarda attraverso il tuo mercato e la ricerca dei clienti

È sempre bene ri-familiarizzare con la nostra ricerca sui clienti. Inoltre, puoi scavare più a fondo e trovare più idee di contenuto in questo modo.

SEO per la ricerca su Youtube

Quali sono i vostri scopi, le vostre mete e i vostri obiettivi?

Mentre la visione della tua azienda è più a lungo termine, quello che ti chiedo qui è di considerare i tuoi obiettivi a medio e breve termine.

Stai creando contenuti che si spera attirino le persone in una campagna di email marketing? Il tuo obiettivo è costruire una lista di e-mail?

Determinare come raggiungerai al meglio i tuoi obiettivi

Questo può essere al di là dell'aspetto della creazione di contenuti, ma può comprenderlo, quindi è bene considerare dove la creazione di contenuti si inserisce nel quadro più ampio.

Di quanti pezzi di contenuto avrà bisogno?

Ho sentito dire che il potenziale cliente medio ha bisogno da 8 a 11 "tocchi" (o esposizioni a voi, al vostro messaggio, al vostro prodotto, ecc.

Naturalmente, questo dipende da quello che offri: se sei un massaggiatore, forse non così tante esposizioni; ma se offri servizi finanziari personalizzati, forse di più. Forse dovrai parlare con i potenziali clienti, assicurare che il loro denaro è al sicuro con te, fornire l'accreditamento, e così via.

Avete un piano di marketing dei contenuti?

In caso contrario, si potrebbe prendere in considerazione uno.

Se dovessi descrivere brevemente un piano di content marketing, direi prima di tutto che ne genererete uno una volta che avrete alcuni componenti principali in atto: ricerca di mercato e di clienti, SEO e ricerca di parole chiave, e una valutazione realistica di quanto tempo ci vorrà per guadagnare trazione nei motori di ricerca.

Poi, ipoteticamente, chiedi: "Ok. Vogliamo informare i nostri potenziali clienti su come possiamo servirli al meglio. Cosa gli diciamo? Quale contenuto, e quanto di esso, creiamo?".

Ora, questo è probabilmente un po' una semplificazione eccessiva, ma questo è l'inizio di un piano di content marketing.

Una serie di altri suggerimenti per la creazione di contenuti

Considera il tuo pubblico di riferimento

Il tuo pubblico di riferimento potrebbe non essere "il mercato", poiché, a seconda della tua parola chiave, potrebbe essere troppo ampio. Ecco perché dico che, ogni volta che voi (o il vostro team) state iniziando un pezzo specifico di contenuto, sapete a chi state scrivendo (o registrando per, facendo una foto per, ecc).

  • Un modo per ottenere idee di contenuto per i post del tuo blog e altri tipi di contenuto, è quello di avere il tuo team di contenuti guardare le statistiche di Google Search Console per il tuo sito.

Quello che dovrebbero cercare sono le query che gli utenti usano per trovare il tuo sito.

C'è qualche domanda che attira la tua attenzione?

Se è così, quelle possono essere fonti valide di idee di contenuto, come post di blog, che puoi pubblicare sulle tue piattaforme di social media.

  • Quando si tratta di formati, ci sono diversi formati di contenuto da considerare: testo (che a sua volta può essere segmentato in altri formati, come white paper, rapporti pdf e articoli), audio (podcast e semplici registrazioni) e visivo (immagini, video).
  • Se sei un pianificatore strategico, probabilmente ti starai chiedendo, Cos'è una buona strategia dei contenuti? Ci sono così tante parti in movimento nel content marketing. Come posso vincere?

Combina vari tipi di contenuto

Una buona strategia di contenuti è a lungo termine, completa e coinvolge vari tipi di contenuti.

  • Non dimenticarlo, se è il caso, il contenuto visivo può essere ancora più attraente del contenuto strettamente scritto. Naturalmente, molto di questo dipende da come vuoi comunicare le tue idee sull'argomento, il soggetto del tuo contenuto e il tuo lettore. Il contenuto visivo può, naturalmente, essere un modo migliore di trasmettere un'idea rispetto ad altri tipi di contenuto.
  • Un contenuto di successo è un contenuto che raggiunge il suo scopo. Ecco perché, prima di iniziare un pezzo di contenuto, è così importante che tu sappia quali sono i tuoi obiettivi su larga e piccola scala.
  • Un ottimo modo per scoprire potenziali idee di argomenti è fare qualche ricerca sui social media per argomenti che riguardano ciò che offrite. Quali sono alcuni dei post più in voga? Quali post sono stati i più popolari, non solo recentemente, ma nel tempo? Perché sono popolari? Ci sono temi collaudati nel tempo che li attraversano?
  • A seconda di quanto sia ampia la vostra definizione di ciò che è uno strumento di creazione di contenuti, ci sono una serie di strumenti di questo tipo disponibili per voi da utilizzare.

Usare gli strumenti giusti per la creazione di contenuti

Alcuni strumenti di creazione di contenuti sono gratuiti, alcuni offrono una prova gratuita, alcuni sono convenienti, e altri ancora possono essere fuori dal tuo budget.

Naturalmente, i software di elaborazione dei testi, come Microsoft Word o Google Drive, possono essere pensati come strumenti di creazione di contenuti, ed è probabile che tu abbia familiarità con tali software. Diamine, anche il tuo sistema di gestione dei contenuti (WordPress o un'altra piattaforma di sito), può essere pensato come uno strumento di creazione di contenuti.

Un altro tipo di strumento di creazione di contenuti sarebbe quello che viene chiamato strumento di ottimizzazione dei contenuti. Frase e Surfer SEO sono esempi di tali strumenti. Senza entrare troppo nei dettagli, la mia comprensione è che fondamentalmente aiutano il processo di scrittura suggerendo frasi di parole chiave che sono altamente correlate tra i contenuti di più alto rango nei motori di ricerca.

  • Sforzarsi sempre di creare contenuti digitali sorprendentiNon solo contenuti "così così" o "abbastanza buoni". Il Web è pieno di contenuti - ehi, è praticamente quello che è, per definizione - quindi hai davvero bisogno di distinguerti per essere sorprendente.
  • Il successo del content marketing non è facile. Questo è un gioco a lungo termine, e i tuoi sforzi di creazione di contenuti devono essere ripetuti e affinati, giorno dopo giorno, anno dopo anno.
  • Il tipo di media (scritto, audio, visivo) è solo un modo di categorizzare il contenuto. Ci sono altre categorizzazioni di contenuto, una delle quali è il contenuto di marketing. Il contenuto di marketing è proprio questo: un contenuto creato per il bene del marketing o della promozione. Questo tipo di contenuti non sono necessariamente annunci, ma possono essere cose come pezzi di promozione che danno informazioni, e hanno un po' di una vendita morbida.
  • Se hai un sito di e-commerce, potresti voler considerare di dare ai tuoi clienti la possibilità di lasciare delle recensioni. Le recensioni (specialmente quelle ben scritte e ponderate) sono una forma di contenuto generato dagli utenti che può dire di più su di te e sul tuo prodotto/servizio di qualsiasi cosa tu possa mai dire.
  • Le campagne email possono essere progettate per andare di pari passo con il tuo piano generale di contenuti. Quello che puoi fare è inviare un'email teaser alla tua lista, avendo quell'email come link ad un buon pezzo di contenuto.
  • Hai bisogno di contenuti per la tua newsletter? Perché non raddoppiareCreare contenuti per le tue campagne e-mail e poi ripubblicare quei contenuti sul tuo blog o come aggiornamento sulla tua pagina Facebook? Questo sarebbe un ottimo modo per essere efficiente con il tuo tempo.
  • Sapere cosa cerca la gente è un ottimo modo per scoprire argomenti rilevanti per i tuoi contenuti. Ecco perché la ricerca (ricerca di parole chiave, ricerca di clienti, ricerca di mercato e di nicchia, ecc.

Usa obiettivi SMART

Se sei un content marketer e hai familiarità con gli obiettivi SMART, puoi usare quel processo per guidarti nei tuoi sforzi di contenuto. Se non sei sicuro di cosa sia SMART, è un acronimo che dice che gli obiettivi dovrebbero essere specifici, misurabili, perseguibili, realistici e limitati nel tempo.

(Se cercate gli obiettivi SMART online, potreste scoprire che ci sono leggere variazioni nella formulazione, ma avete capito il punto).

Puoi usare questo metodo di definizione degli obiettivi in tutte le aree della tua vita.

  • Un altro modo per generare idee di contenuto è quello di guardare la domanda mensile del volume di ricerca per alcune query di ricerca. Questo è noto come ricerca di parole chiave, e se sei nel SEO, probabilmente hai completato qualche forma di questo. Se sei nuovo nel SEO, ti direi di non andare solo per i termini di ricerca competitivi, ma anche di considerare le parole chiave meno competitive e più a coda lunga.
  • Creare contenuti che si rivolgono a interrogazioni poco servite è un buon modo per ottenere traffico organico dai motori di ricerca. Quindi, non ignorare solo le parole chiave a basso volume o a bassa ricerca: un sacco di parole chiave d'oro hanno numeri bassi, ma il tasso di conversione per loro può essere alto.
  • Ecco un'idea di contenuto: esperienze dei clienti. Una delle tante forme di contenuto disponibili sono casi di studio. Invece di creare solo contenuti per i potenziali clienti, perché non creare contenuti basati sulle esperienze dei clienti soddisfatti? Dopo tutto, le persone vorrebbero sapere come sarà la loro vita dopo aver fatto affari con te.
SEO per i video di Youtube

E questo contenuto non deve essere apertamente promozionale. Diciamo che offrite qualcosa che soddisfa un bisogno o un desiderio specifico. Invece di "Come il nostro prodotto fa X", puoi avere un titolo che dice: "Una storia di 2 persone che lottavano con ABC".

  • Per un content marketer, o una persona che gestisce la creazione e la commercializzazione di contenuti, il bisogno costante di contenuti può essere impegnativo. Ecco perché potresti aver bisogno di altri che ti aiutino (come un'agenzia di contenuti esterna o un team di contenuti interno), e un programma o piano di contenuti.
  • Una buona strategia di social media sarebbe riproporre i contenuti da una piattaforma all'altra. È un ottimo modo per riciclare il tuo contenuto mantenendo il tuo pubblico aggiornato. Molte piattaforme di social media sono ricche di immagini, quindi potresti voler avere un'immagine di anteprima provocatoria per ogni post.
  • Vuoi pezzi di contenuto che fanno un'immersione profonda nei loro argomenti, e altri che sono più introduttivi. Varia il contenuto tra pezzi completi e pezzi introduttivi e facili da leggere.
  • Se hai un team di venditaallora il contenuto, se usato correttamente, può essere una benedizione per loro! Se vuoi davvero far scorrere i tuoi succhi creativi, guarda cosa deve fare un singolo venditore per vendere il tuo prodotto o servizio ai potenziali clienti. Registra una chiamata di vendita e ascolta il processo di vendita udibile che si svolge. Questo può essere una fonte per molti, molti pezzi di contenuto di marketing.
  • Quando si pensa al termine squadra dei contenuticosa ti viene in mente?

Probabilmente state pensando a imprese che ne hanno almeno una dozzina nel loro staff, se non di più.

Ma se sei il proprietario di un'azienda molto piccola con meno di 6 dipendenti, o sei un solopreneur, non scartare la nozione di avere un team di contenuti.

La necessità di un contenuto unico

Il termine, contenuto unicoè di solito usato in riferimento al contenuto scritto. (Detto questo, c'è l'idea che anche immagini, audio e video debbano essere unici).

Unico, naturalmente, significa unico, o qualcosa di cui esiste solo uno.

Cosa c'è di sbagliato nel presentare lo stesso contenuto a diversi siti, come si fa nella content syndication?

Bene, la preoccupazione è che, se 2 siti hanno lo stesso contenuto (diciamo, il tuo e uno più affermato), il sito più affermato può superare il tuo per lo stesso contenuto (forse anche se è pubblicato prima sul tuo sito).

Ecco perché, invece di pubblicare e presentare un articolo molte volte, è meglio avere molti articoli diversi.

O... forse un articolo unico, ma riscritto per ogni ulteriore presentazione, in modo che ogni ulteriore presentazione sia unica.

Ma questo può richiedere molto tempo.

Vogliamo essere efficienti.

C'è un modo in cui possiamo mantenere alcuni dei nostri sforzi originali, ma creare abbastanza unicità in modo che ogni presentazione del nostro contenuto sia vista come unica?

Sembra che ci sia un modo, e 51%, secondo un test fatto da noi della SEO Intelligence Agency, sembra essere il numero magico.

SIA Test #40 - Quanto testo originale è richiesto per essere unico?

In Test SIA #40è stato testato quanto testo originale è richiesto per un contenuto per essere considerato unico da Google. In questo particolare test, come ho detto prima, si è scoperto che basta che il 51% del contenuto sia unico per passare il filtro dei contenuti duplicati.

In questo video, Clint discute il test più in dettaglio e i suoi pensieri su questo particolare test.

Come ho detto all'inizio, la creazione di contenuti è semplice. Spero che i passi che ho esposto sopra, più i consigli che li accompagnano, ti aiutino a stabilire il tuo processo personale con cui puoi lavorare, più e più volte.

Hai bisogno di altre indicazioni? Abbiamo altri articoli sulla creazione di contenuti e contenuto sul SEO e far sì che il tuo sito e le tue pagine siano classificate nei motori di ricerca. Dai un'occhiata ai nostri altri articoli per maggiori dettagli.

DK Fynn

SIA STAFF SEO WRITER

DK Fynn biografia completa qui.